Under18: Interessante test match a Modena

Modena 9 settembre 2018
A coronare il ritiro a Montefiorino, insieme alla Under16, Modena ha ospitato la reunion gialloblu 2002 e 2001, finalmente insieme ai reduci classe 2000, per il primo test match della stagione, in attesa del calendario di campionato Under18.
I padroni di casa avevano bisogno di provare entrambe le squadre, quella che farà il campionato élite e quella del campionato regionale.
È stato quindi concordato di giocare tre tempi da 25 minuti nei quali i 21 ragazzi gialloblu hanno combattuto, allo stremo delle forze, per tenere a bada una quarantina di maglie bianco verdi.
Il primo parziale è finito 8 a 7 a favore dei bolognesi che sono andati in meta con Matteo Delle Piane già al primo minuto di gioco, trovando un ottimo varco nella parte destra del campo e poi convergendo e schiacciando l’ovale 5 metri a destra dei pali. Trasformazione piuttosto facile, ma sbagliata da Faina; che si è rifatto tuttavia 20 minuti dopo con una punizione da oltre 40 metri, riportando il risultato a favore della Reno dopo la meta subita il minuto precedente.
Primo tempo, molto efficace per i gialloblu, nel quale Elmer Malaguti ha potuto sperimentare varie soluzioni nel comparto dei trequarti: dopo 10 minuti il mediano Poletti è stato costretto ad uscire per infortunio e ha preso il suo posto l’apertura Pancaldi, sostituito a sua volta dal centro Sacchetti, con Baldoni primo centro ed il nuovo entrato Govoni ad estremo; dopo pochi minuti l’ala Faina e l’estremo si sono scambiati il ruolo, con un gioco di trequarti molto aggressivo e ben bilanciato in pressing.
Ottima Reno in questa prima frazione, con Modena più nervosa che aggressiva.
La seconda frazione si è conclusa con 2 mete a 0 a favore di Modena, entrambe trasformate, la prima all’ottavo minuto, la seconda al tredicesimo.
In questa frazione il maggiore turn over è stato nel pacchetto di mischia, con l’ingresso iniziale di Zanasi, Troka e Bollani, sostituito 5 minuti dopo da Cappello, al posto di Bortolani, Cinti e Baroni.
Al decimo un infortunio a Focacci ha costretto Malaguti a rimescolare il pacchetto di mischia rinserendo Bollani.
Sono contemporaneamente usciti anche Delle Piane per Cinti e, nei trequarti, Perrone per Angelini, con lo scambio di ruolo tra i due mediani Pancaldi e Sacchetti.
Questa seconda frazione di gioco è stata caratterizzata da una forte tenuta difensiva da parte dei gialloblu, ma una minore incisività dei trequarti, con un gioco più simile a quello della scorsa under16 in élite, molto caratterizzato dal ruolo delle seconde e terze linee.
La terza frazione di gara si è conclusa 21 a 3 a favore del Modena, caratterizzata dalla stanchezza e dalla ricerca spasmodica della meta da parte dei gialloblu che, dopo i tre punti portati a casa da Faina, ancora una volta su punizione sempre da circa 40 metri, hanno rinunciato ad altri 6 potenziali punti scegliendo, in due situazioni relativamente più facili, la touche alla trasformazione tra i pali.
Sul piano del gioco probabilmente Elmer avrà potuto fare molte considerazioni, innestando cambi ricorrenti sia tra i trequarti che nel pacchetto di mischia: cambi tattici, sperimentali, ma soprattutto dovuti alla stanchezza dei gialloblu nel confronto con i più freschi e lucidi modenesi.
Bilancio molto positivo della trasferta che fa molto ben sperare per l’inizio del campionato.
I gialloblu iniziali:
Paolo Baroni, Kevin

Molinelli, Matteo Bortolani, Gabriele Cinti, Leonardo Vacchi, Antonio Focacci, Matteo Delle Piane, Miloud Popescu, Matteo Poletti, Luca Pancaldi, Livio Faina, Filippo Sacchetti, Filippo Fabbri, Leonardo Perrone, Giovanni Baldoni;

innesti in mischia: Alberto Zanasi, Sebastiano Bollani, Matteo Cappello, Manuel Troka;
innesti nei trequarti: Michele Govoni, Simone Angelini.